Natalia Gasparucci è una artigiana delle Marche, specializzata nella lavorazione della pietra arenaria.

A Sant’Ippolito nella sua bottega artistica, Natalia lavora per coniugare, nelle opere in pietra arenaria, gli echi forti di una tradizione centenaria con lo sguardo della sua anima femminile.

Non a caso la sua terra vantava scalpellini famosi ancora prima che il Duca di Urbino ne chiamasse alcuni a lavorare nel celeberrimo palazzo rinascimentale.

In particolare, è nella produzione delle madonne lauretane che emerge al meglio la sintesi tra arte ed artigianato della scultrice marchigiana.
Non a caso Natalia espone le sue opere non solo in Italia, ma anche all’estero, tra cui gli Stati Uniti.
Di animo gentile, mi ha accolto con gioia all’interno della sua bottega dove armata di martello e scalpello, da blocchi di pietra arenaria riesce a tirar fuori delle opere d’arte.

Durante il mio reportage fotografico, Natalia Gasparucciartigiana nata e cresciuta nelle Marche, ha iniziato a dar vita ad un piccolo angelo.
Come scultrice, alterna l’utilizzo di martello e scalpello manuale a quello elettrico.

Questo velocizza notevolmente le tempistiche di lavorazione.
Non fatevi però ingannare, questo tipo di lavorazione richiede braccia forti e resistenti, oltre che la capacità di visionare il prodotto finito.

Per visionare altri lavori effettuati per questo progetto: https://tommasocimarelli.com/artigiani-marche/
Per gli amanti invece della fotografia paesaggistica e di viaggio, vi aspetto su Instagram.

error: ©Tommaso Cimarelli 2018 Copyright.